Lettera Diffida Amministratore Condominio – Esempio E Fac Simile

In questa guida si trova un modello lettera diffida amministratore condominio da usare come esempio.

Cos’è la lettera di diffida all’amministratore condominio e a cosa serve

La diffida all’amministratore di condominio rappresenta uno strumento giuridico che i condomini possono utilizzare per sollecitare l’amministratore o altri condomini ad adempiere ai propri obblighi, in caso di mancata esecuzione di delibere condominiali approvate o di altri compiti che spettano loro per legge o per regolamento interno. Il fine principale di questa comunicazione è di cercare una soluzione amichevole ai dissidi sorti all’interno del condominio, incentivando i destinatari a risolvere la questione in sospeso senza dover ricorrere a un procedimento giudiziario.

La necessità di inviare una diffida può emergere in varie circostanze, ad esempio quando una delibera condominiale, che prevede lavori di riparazione, manutenzione o ristrutturazione, non viene attuata a causa della mancata contribuzione economica da parte di alcuni condomini. In questi casi, nonostante l’approvazione formale dell’assemblea, gli interventi previsti rimangono inattuati, creando disagi e potenziali danni all’edificio e ai suoi abitanti.

La diffida, quindi, mira a ricordare ai destinatari le loro responsabilità legali e contrattuali, sottolineando le possibili conseguenze, incluse le azioni legali, nel caso in cui le richieste contenute nella lettera non vengano soddisfatte entro un determinato periodo. La lettera dovrebbe specificare in modo chiaro e dettagliato la natura del problema, gli obblighi non adempiuti e le azioni richieste per sanare la situazione. È anche prassi includere un riferimento alle delibere assembleari rilevanti, agli importi dovuti e alla ripartizione di questi ultimi in base alle quote millesimali di ciascun condomino.

La diffida viene inviata con l’intento di offrire un’ultima opportunità per risolvere la questione in modo consensuale, prima di procedere con eventuali azioni legali. L’obiettivo è quindi duplice: da un lato, si cerca di risolvere la situazione di stallo e garantire l’effettiva realizzazione degli interventi deliberati; dall’altro, si tutelano i diritti dei condomini che si sono già adeguati alle decisioni assembleari, evitando che la loro collaborazione e il loro investimento rimangano vani a causa dell’inadempimento altrui.

Come scrivere una lettera diffida all’amministratore di condominio

Nella diffida inviata all’amministratore di condominio o ai condomini inadempienti, è importante includere diverse informazioni chiave per garantire che la comunicazione sia chiara, completa e fornisca una base solida per eventuali azioni future. Queste informazioni permettono di contestualizzare la richiesta, specificare gli obblighi non adempiuti e delineare le aspettative per la risoluzione del problema.

Dati del Mittente: Includere nome completo, indirizzo di residenza o di altra proprietà all’interno del condominio, e possibilmente altri contatti come numero di telefono ed email. Questi dati sono fondamentali per identificare chi invia la diffida.

Dati del Destinatario: Specificare chiaramente a chi è indirizzata la diffida, che può essere l’amministratore di condominio o specifici condomini. Se indirizzata all’amministratore, includere il nome e l’indirizzo dello studio. Se ai condomini, specificare i loro nomi e unità abitative.

Oggetto della Lettera: L’oggetto deve riassumere in modo conciso il motivo della diffida, ad esempio “Diffida per mancata esecuzione delle delibere condominiali”.

Descrizione del Problema: Illustrare dettagliatamente la questione che si sta sollevando, inclusa la natura specifica dell’inadempimento, come la mancata realizzazione di lavori di manutenzione deliberati in assemblea.

Riferimenti a Delibere e Accordi Precedenti: Citare specifiche delibere assembleari, accordi o contratti che stabiliscono gli obblighi non rispettati, compresi i dettagli su quando sono stati approvati e qual era il contenuto.

Richiesta Esplicita: Indicare chiaramente cosa si aspetta dal destinatario in risposta alla diffida, quali azioni specifiche dovrebbero essere intraprese e entro quale termine. Se si richiede l’esecuzione di lavori, specificare i dettagli di ciò che deve essere fatto.

Avvertimento sulle Conseguenze: Menzionare le potenziali conseguenze in caso di mancato adempimento, inclusa la possibilità di intraprendere azioni legali.

Termine per la Risposta o l’Azione: Stabilire un termine chiaro entro il quale si aspetta una risposta o l’adempimento degli obblighi da parte del destinatario.

Chiusura e Firma: Concludere con un saluto formale, la data e il luogo da cui si invia la lettera, e la propria firma.

Allegati: Se pertinente, allegare documentazione che supporti il reclamo, come copie delle delibere assembleari, comunicazioni precedenti, fotografie che attestano il problema, ecc.

Includendo queste informazioni, la diffida diventa uno strumento comunicativo efficace che non solo esprime insoddisfazione per una situazione di inadempimento, ma fornisce anche una chiara indicazione su come procedere per risolvere il problema, lasciando aperta la porta a un’azione legale qualora le richieste non vengano soddisfatte.

Fac simile lettera diffida amministratore condominio

Di seguito è possibile trovare un modello lettera diffida amministratore condominio generico.

Oggetto: Diffida per l’esecuzione di riparazioni urgenti

Egregio Amministratore,

Io sottoscritto [Nome e Cognome], nato a [Luogo di Nascita] il [Data di Nascita], residente in [Indirizzo Completo], mi rivolgo a Lei in qualità di amministratore del condominio situato in [Indirizzo del Condominio], per esprimere nuovamente la mia preoccupazione riguardo alle seguenti riparazioni urgenti:

[Descrizione dettagliata delle riparazioni necessarie]

Come già portato alla Sua attenzione in precedenza, mediante richiesta verbale, ad oggi non ho ancora ricevuto riscontro circa l’avvio delle suddette operazioni di manutenzione, nonostante la loro indiscutibile urgenza.

Desidero sottolineare che la mancata esecuzione di questi interventi non solo compromette la sicurezza e il benessere dei condomini, ma espone anche l’intera struttura a potenziali danni che potrebbero aggravarsi con il tempo.

Pertanto, con la presente intendo formalizzare la mia richiesta affinché si provveda senza ulteriori ritardi alla realizzazione delle necessarie riparazioni. In assenza di un’immediata presa in carico della situazione, mi vedrò costretto a ritenere Lei direttamente responsabile per ogni conseguenza derivante da questa ulteriore inerzia, inclusi eventuali danni che potrebbero interessare il sottoscritto, il condominio o terze parti.

Confido in un Suo celere intervento e resto disponibile per fornire qualsiasi ulteriore informazione possa essere utile a facilitare la risoluzione del problema.

In attesa di un Suo riscontro, che spero possa pervenire nel più breve tempo possibile, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

[Luogo e Data]

[Firma]

[Nome e Cognome del Condomino]

Esempio lettera diffida amministratore condominio

In questa sezione della pagina è presente un esempio di lettera diffida amministratore condominio da copiare in Word per scrivere il documento.
Oggetto: Diffida alla risposta per mancata comunicazione

Gentile Amministratore,

Con la presente, io sottoscritto/a [Nome e Cognome], nato/a il [Data di Nascita] e residente in [Indirizzo Completo], in qualità di condomino dell’edificio sito in [Indirizzo del Condominio], esprimo la mia formale insoddisfazione per la mancanza di comunicazione e risposta alle mie precedenti sollecitazioni.

Come Le è noto, ho ripetutamente richiesto, sia verbalmente che per iscritto, informazioni e chiarimenti riguardanti [specificare l’oggetto delle richieste, es. lavori di manutenzione, gestione delle spese condominiali, questioni relative alla sicurezza], senza ricevere fino ad oggi alcuna risposta o aggiornamento da parte Sua.

Questa situazione ha causato non poco disagio e preoccupazione, compromettendo la trasparenza e il corretto funzionamento della gestione condominiale, elementi che ritengo fondamentali per una sana convivenza e per la tutela degli interessi di tutti i condomini.

In virtù di quanto sopra, con la presente Le diffido a fornire, entro [specificare il termine, es. 10 giorni] dalla ricezione di questa lettera, una risposta esaustiva alle questioni precedentemente sollevate. In mancanza di un riscontro entro il termine indicato, sarò costretto/a a valutare ulteriori azioni, inclusa la possibilità di rivolgermi alle autorità competenti per tutelare i miei diritti e quelli degli altri condomini.

Confidando in una Sua pronta collaborazione e in un miglioramento della comunicazione tra l’amministrazione e i condomini, resto a disposizione per qualsiasi confronto costruttivo possa contribuire alla risoluzione delle questioni pendenti.

La prego di prendere seriamente in considerazione questa mia diffida e di agire di conseguenza, nel rispetto dei doveri che la Sua posizione comporta.

Distinti saluti,

[Firma]

[Luogo e Data]

[Nome e Cognome del Condomino]

Modello lettera diffida amministratore condominio Word

Di seguito è disponibile il modello di lettera diffida amministratore condominio Word da scaricare.

Website | + posts

Luca Vagnoli è un appassionato di comunicazione che si dedica alla pubblicazione di guide e consigli su come scrivere lettere e documenti efficaci.
Le sue guide sono molto apprezzate per la loro chiarezza e semplicità, e sono utili sia per chi si trova alle prime armi con la scrittura, sia per chi vuole migliorare le proprie abilità.